CENNI STORICI

La fondazione della Legione Garibaldina risale al 7 maggio 1860 con l’ordine del Generale Giuseppe Garibaldi Eroe dei Due Mondi e Cavaliere dell’Umanità, Medaglia d’Oro al Valor Militare, tale ordine fu confermato nel successivo Decreto datato Salemi 14 maggio 1860, con il quale il Generale assumeva la Dittatura del Regno della Due Sicilie, egli fu, inoltre, l’artefice del ricongiungimento della Sicilia e dell’Italia Meridionale alla Nazione ed al Regno d’Italia.

La Legione combatté per la libertà della Francia con le Campagne Garibaldine del 1870-1871 e per la libertà della Grecia nelle successive Campagne del 1897 e del 1912 agli ordini del Generale Ricciotti Garibaldi, figlio dell’Eroe.

Partecipò, inoltre, agli ordini del Generale Peppino Garibaldi, figlio di Ricciotti, alla I^ Guerra Mondiale nella Campagna Garibaldina di Francia (Aragonne 1914), battaglia combattuta nella regione nord-est della Francia tra la Lorena e la Sciampagna, attraversata dalla Mosa e coperta di foreste. Qui vi morirono i fratelli Garibaldi nipoti dell’Eroe accorsi in aiuto della Francia al comando della Legione Garibaldina per combattere i tedeschi; ed inoltre, durante la Guerra 1941-1943, formando i battaglioni di “Nizza”, “Contea” e “Monaco” agli ordini del Generale Ezio Garibaldi.

Successivamente il Comando della Legione Garibaldina ricostituita fu assunto, nell’ordine, dai Generali Garibaldini: Goffredo Salvatore Fano, Ugo Biagioni Gazzoli e Giuliano Antonimi. Il 29 novembre 1985 il Generale Giuliano Antonimi, Comandante dei “Corpi Nazionali Garibaldini” e Comandante Onorario della Legione, trasmetteva il Comando al Generale di Divisione Garibaldina Onorevole Principe Alliata di Montereale.

Il nuovo Comandante riuniva i superstiti del Consiglio Nazionale che cooptava nuovi membri e decideva con due successive votazioni, il 24 giugno 1986 ed il 14 ottobre dello stesso anno, di conferire alla Legione lo status legale di “Libera Associazione Culturale” con atto notarile, senza peraltro rinunziare alla sua immagine di Associazione d’Arma.

In data 20 gennaio 1988, con formale autorizzazione del Comandante Generale pro-tempore della Legione, Onorevole Principe Giovanni Alliata di Montereale, il Generale di Divisione Garibaldina Mario Jovene, nato a Napoli il 16 febbraio 1916, già Direttore Generale della C.R.G., con atto costitutivo e statuto  registrati al n. 4847 dell’Archivio Notarile Distrettuale di Roma, costituì i “CORPI SANITARI INTERNAZIONALI GARIBALDINI”, in sigla “CO.S.I.G.”, con gli stessi uomini, gli stessi scopi, lo stesso giuramento, lo stesso stemma e la stessa bandiera.

L’Associazione, con la denominazione “Corpi Sanitari Internazionali Garibaldini”, è stata iscritta, con Decreto del Presidente della Regione Lazio n. 994/90 del 14 maggio 1990, all’Albo Regionale delle associazioni di Volontariato di Protezione Civile.

Successivamente, in data 13 luglio 2001, con regolare assemblea straordinaria, fu modificata la denominazione in “CORPI SANITARI INTERNAZIONALI” , in sigla “CO.S.INT.”, e fu adottato un nuovo Statuto, registrato in data 27 luglio 2001, al fine di conformarsi allo status giuridico di ONLUS (organizzazione non lucrativa di utilità sociale).

Inoltre, con la denominazione “Corpi Sanitari Internazionali”, l’Associazione è stata iscritta, con Determinazione Dirigenziale della Regione Lazio n. D4242 del 16 dicembre 2003, nel Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato di cui all’art.3 della Legge Regionale 28 giugno 1993, n.29.

I “CORPI SANITARI INTERNAZIONALI”,  in sigla “CO.S.INT.”, sono pertanto diretta emanazione della storica e leggendaria LEGIONE GARIBALDINA della quale costituivano una Direzione Generale, la “Direzione Generale della CROCE ROSSA GARIBALDINA”, in sigla “C.R.G.”, che rappresentava la versione civile dei “Servizi Sanitari Militari” della Legione e che godeva statutariamente di ampia autonomia sin dal 28 giugno 1986.

Successivamente, in data 05 dicembre 2005, con regolare assemblea straordinaria tenutasi a Roma presso lo studio del Notaio Dott.ssa Marina Manzella Rep.152807, fu adottato un nuovo Statuto, registrato il 29.12.2005 al Repertorio n.2035 dell’Agenzia delle Entrate Roma II con il quale furono apportate delle modifiche per conformarsi allo stato giuridico delle onlus ai fini dell’accreditamento per la concessione del contributo del 5 per mille previsto dall’ordinamento dello Stato Italiano ed è stata modificata la denominazione dell’associazione in “CORPI SANITARI INTERNAZIONALI – CROCE ROSSA GARIBALDINA – FORZE INTERNAZIONALI VOLONTARIE DI SOCCORSO E DI PACE”,  in sigla “CO.S.INT.”, a giusto riconoscimento del prestigio e della storia dell’associazione stessa.

Successivamente, in data 07 giugno 2010, con regolare assemblea straordinaria tenutasi a Roma presso lo studio del Notaio Dott. Giuseppe Capparella, con atto Repertorio n.1923, Raccolta n.990, fu adottato un nuovo Statuto, registrato il 07.07.2010 al Repertorio n.1T/9296 presso il IV^ Ufficio delle Entrate di Roma, con il quale furono apportate consistenti modifiche nell’ambito dell’ordinamento complessivo dell’Associazione Cosint, consistenti, in particolare, nella formalizzazione della trasformazione dell’associazione Cosint esistente in una “Associazione madre” internazionale coordinatrice delle attività nell’ambito delle varie Nazioni, mediante la istituzione di apposite ed autonome Organizzazioni associative nazionali rette da autonomi Statuti redatti sulla base dello Statuto Tipo per le Organizzazioni Nazionali approvato alla Sezione II dello Statuto COSINT stesso. Da tale data, anche l’Organizzazione Italiana divenne associazione autonoma  “figlia” dell’associazione “madre”, il cui Statuto fu approvato il 04.11.2010.

Infine, nel luglio 2015, l’Assemblea Generale dei Soci e dei Delegati adotta la nuova denominazione sociale di “CORPI INTERNAZIONALI DI EMERGENZA – CROCE ROSSA GARIBALDINA – CORPI SANITARI INTERNAZIONALI”, che nell’ambito delle proprie attività in Italia o all’Estero potrà essere utilizzata anche in forma abbreviata, nelle forme di “Corpi Internazionali di Emergenza”, “Croce Rossa Garibaldina” e “Corpi Sanitari Internazionali”, ovvero dei rispettivi acronimi di “C.I.E.”, “C.R.G.” e “CO.S.INT.”.

L’Associazione dei Corpi Internazionali di Emergenza, inoltre, nell’ambito delle registrazioni internazionali in lingua inglese utilizzerà la denominazione ufficiale di “EMERGENCY INTERNATIONAL CORPS – RED CROSS GARIBALDINA – INTERNATIONAL PEACE FORCE”, in sigla ufficiale “E.I.C.”, che potrà essere utilizzata anche nelle forme abbreviate di “Emergency International Corps”, “Red Cross Garibaldina” e “International Peace Force”, ovvero dei rispettivi acronimi di “E.I.C.”, “R.C.G.” e “I.P.F.”.

Sempre dal mese di luglio 2015, l’Associazione dei CORPI INTERNAZIONALI DI EMERGENZA è stata individuata dall’Organizzazione Internazionale “WE ARE THE WORLD – UNITED PEOPLES ORGANIZATION” quale organizzazione associativa incaricata in esclusiva ed in via permanente delle attività e funzioni relative alla “Struttura OPERATIVA” internazionale e nazionale di tale Organizzazione dei POPOLI UNITI.